Colloqui sulla Siria: la dichiarazione finale

Leggi anche

Pubblichiamo la dichiarazione finale tradotta in italiano sui risultati, come concordati dalle parti, dei colloqui sulla Siria tenutisi a Vienna a fine ottobre.

30/10/2015

Il 30 ottobre 2015, a Vienna, Cina, Egitto, Unione europea, Francia, Germania, Iran, Iraq, Italia, Giordania, Libano, Oman, Qatar, Russia, Arabia Saudita, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Nazioni Unite e Stati Uniti [“i partecipanti”] si sono riuniti per discutere della grave situazione in Siria e su come porre fine alle violenze nel più breve tempo possibile.

I partecipanti hanno avuto una discussione aperta e costruttiva che ha riguardato temi importanti. Sebbene permangano differenze sostanziali tra i partecipanti, hanno comunque trovato un’intesa reciproca sui seguenti punti:

1. L’unità, l’indipendenza, l’integrità territoriale e il carattere laico della Siria sono fondamentali;

2. le istituzioni statali rimarranno intatte;

3. i diritti di tutti i siriani, indipendentemente dall’etnia o dalla confessione religiosa, devono essere protetti;

4. è indispensabile accelerare tutti gli sforzi diplomatici per porre fine alla guerra;

5. l’accesso umanitario sarà garantito in tutto il territorio della Siria e i partecipanti aumenteranno il sostegno per gli sfollati interni, i rifugiati e i Paesi che li ospitano;

6. Da’esh (ISIS) e altri gruppi terroristici, così come designati dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e come convenuto in seguito dai partecipanti, devono essere sconfitti;

7. ai sensi del comunicato di Ginevra del 2012 e della risoluzione 2118 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, i partecipanti hanno invitato le Nazioni Unite a convocare i rappresentanti del governo siriano e dell’opposizione siriana per avviare un processo politico che porti ad un governo credibile e inclusivo, senza distinzioni etniche, seguito da una nuova costituzione e da elezioni. Queste elezioni devono essere svolte sotto la supervisione delle Nazioni Unite e secondo i più elevati standard internazionali di trasparenza e responsabilità; devono essere libere ed eque, con tutti i siriani, compresa la diaspora, ammessi a partecipare;

8. questo processo politico sarà condotto dai siriani e apparterrà a loro: sarà il popolo siriano a decidere il futuro della Siria;

9. i partecipanti, insieme alle Nazioni Unite, esploreranno le modalità per, e l’attuazione di, un cessate il fuoco a livello nazionale da implementare in una data precisa e in parallelo a questo rinnovato processo politico.

I partecipanti trascorreranno i prossimi giorni di lavoro cercando di restringere le restanti aree di disaccordo e di costruire su quelle dove c’è accordo. I ministri si riuniranno entro due settimane per continuare questi colloqui.

 


Per leggere l’originale in inglese, potete andare qui.

A metà novembre le parti si incontreranno di nuovo per un nuovo round di colloqui.

di Samantha Falciatori

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dall'archivio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie e tecnologie similari per assicurare ai visitatori un’esperienza ottimale, fornendo informazioni personalizzate, memorizzando le preferenze di marketing e prodotti e facilitando la ricerca delle informazioni appropriate. Di seguito sono disponibili maggiori informazioni sull’utilizzo di cookie e di tecnologie similari, su come vengono utilizzati e su come gestirli. Questo sito fa riferimento alla normativa sull’uso dei cookies identificabile presso il garante della privacy è possibile approfondire l’uso dei cookies al seguente link seguendo quindi le indicazioni del Garante della Privacy secondo il Registro dei provvedimenti n. 229 dell’8 maggio 2014. I cookies presenti sul nostro sito potranno essere di tre tipologie: Cookies tecnici, indispensabili al fine della navigazione sul nostro sito e quindi obbligatori nel caso si volesse procedere alla fruibilità delle pagine stesse del sito di Terze parti cioè quei cookies che non gestiamo noi, ma che servono per avvalerci di servizi esterni al nostro sito, che attualmente sono Cookies di Profilazione che sono definiti anche di analytics utili al fine statistico e analisi dei sistemi di navigazione degli utenti all’apertura della pagina web si chiede autorizzazione all’uso e all’installazione dei cookies, se accetti potrai navigare nel nostro sito. La chiusura del banner d’autorizzazione dei cookies mostrerà un tuo assenso all’installazione del cookies stesso. Se volessi eliminare i nostri cookies dal tuo computer, tablet o telefono dovrai procedere con l’eliminazione manuale nel browser di navigazione, seguendo le istruzioni relative a: Gestione Cookies Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it Gestione dei Cookies Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11 Gestione dei Cookies Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie Gestione dei Cookies Safari: http://supporto.teletu.it/assistenza-tecnica/configurazioni/browser-internet/safari/gestione-cookie/

Chiudi