Cosa fa l’Isis a Kirkuk?

Leggi anche

La città irachena di Kirkuk, situata a circa 180 km da Mosul, è stata attaccata oggi dall’ISIS in diversi punti. RudawTV ha intervistato il governatore della città, Najmaldin Karim, su quello che sta accadendo. (L’intervista è stata realizzata alle 9:00 di questa mattina, ora locale irachena).

D: Cosa ci può dire dell’attacco di oggi dell’ISIS a Kirkuk?

R: Prima di tutto la situazione a Kirkuk è buona, abbiamo limitato il traffico. Non è stata una situazione del tutto imprevista. Sapevamo che delle cellule dormienti dell’ISIS a Kirkuk sarebbero potute essere attivate per creare caos. A causa dell’offensiva in corso a Mosul vorranno creare una situazione in cui alcune forze armate vengano ritirate da lì per essere spostate su Kirkuk. Considerato inoltre che stanno subendo sconfitte a Mosul, l’ISIS pensa di incoraggiare il morale delle sue truppe con azioni come questa.

Stamattina alle 4:00, l’ISIS ha mosso i suoi uomini per compiere alcuni attentati terroristici in tre diversi luoghi della città. Ma le loro mosse sono state arginate e le nostre forze di sicurezza hanno ora il controllo della situazione. Alcuni di loro si sono nacosti all’interno di moschee o edifici molto alti, e hanno cercato di colpire come cecchini sugli obiettivi, ma le nostre forze ora, hanno il pieno controllo delle strutture in cui queste azioni hanno avuto luogo. Oggi a Kirkuk ci sono forze imponenti di sicurezza, polizia e anti-terrorismo.

D: Alcuni degli attentatori sono ancora in edifici governativi?

R: Non sono mai stati in nessun edificio governativo, è circolata una notizia falsa. Si sono diretti contro una stazione di polizia, ma sono stati respinti e uccisi, i loro corpi giaciono ancora là. Non hanno preso nessuna stazione di polizia o ufficio governativo.

D: Questi miliziani provenivano da cellule dormienti o sono arrivati da fuori Kirkuk?

R: Si trattava di cellule latenti e di recente, nel mezzo delle negoziazioni per un’offensiva su Hawijia, molte donne e bambini sono arrivati a Kirkuk come rifugiati ed è possibile che alcuni militanti siano arrivati con loro. Ma ci sono state cellule dormienti a Kirkuk anche in precedenza e vorrei avvertire tutte le altre città curde di stare all’erta in quanto questa minaccia è presente ovunque. Cellule dormienti dell’ISIS sono presenti anche in Francia e USA. Kirkuk ospita circa 600.000 rifugiati e se un centinaio di loro prende l’iniziativa di compiere attentati, possono creare disordini. Voglio rassicurare tutti: non c’è nessuna minaccia alla sicurezza di Kirkuk; per oltre due anni e mezzo la sicurezza è stata ottima e così resterà.

D: Ci sono attentatori suicidi armati di bombe tra i militanti presenti a Kirkuk in questo momento?

R: Le nostre forze sono state dispiegate in città e sono sicuro che se è presente qualche terrorista lo troveranno e lo uccideranno. Io chiedo solamente alla gente di Kirkuk di stare al chiuso e se qualcuno ha delle armi in casa, non scenda in strada in nome della difesa della città: abbiamo abbastanza forze di sicurezza per gestire la situazione. Alcuni potrebbero essere impazienti di fare qualcosa, ma azioni simili possono causare morti e feriti anche nelle nostre stesse forze di sicurezza.

D: Cosa ci può dire dell’attacco alla stazione energetica di Dubiz?

R: Quattro miliziani hanno cercato di prendere il controllo della stazione. Uno di loro si è fatto esplodere e gli altri tre sono stati uccisi. La stazione è ora sotto il controllo delle truppe peshmerga.

Davide Vavassori

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dall'archivio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie e tecnologie similari per assicurare ai visitatori un’esperienza ottimale, fornendo informazioni personalizzate, memorizzando le preferenze di marketing e prodotti e facilitando la ricerca delle informazioni appropriate. Di seguito sono disponibili maggiori informazioni sull’utilizzo di cookie e di tecnologie similari, su come vengono utilizzati e su come gestirli. Questo sito fa riferimento alla normativa sull’uso dei cookies identificabile presso il garante della privacy è possibile approfondire l’uso dei cookies al seguente link seguendo quindi le indicazioni del Garante della Privacy secondo il Registro dei provvedimenti n. 229 dell’8 maggio 2014. I cookies presenti sul nostro sito potranno essere di tre tipologie: Cookies tecnici, indispensabili al fine della navigazione sul nostro sito e quindi obbligatori nel caso si volesse procedere alla fruibilità delle pagine stesse del sito di Terze parti cioè quei cookies che non gestiamo noi, ma che servono per avvalerci di servizi esterni al nostro sito, che attualmente sono Cookies di Profilazione che sono definiti anche di analytics utili al fine statistico e analisi dei sistemi di navigazione degli utenti all’apertura della pagina web si chiede autorizzazione all’uso e all’installazione dei cookies, se accetti potrai navigare nel nostro sito. La chiusura del banner d’autorizzazione dei cookies mostrerà un tuo assenso all’installazione del cookies stesso. Se volessi eliminare i nostri cookies dal tuo computer, tablet o telefono dovrai procedere con l’eliminazione manuale nel browser di navigazione, seguendo le istruzioni relative a: Gestione Cookies Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it Gestione dei Cookies Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11 Gestione dei Cookies Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie Gestione dei Cookies Safari: http://supporto.teletu.it/assistenza-tecnica/configurazioni/browser-internet/safari/gestione-cookie/

Chiudi