Brexit: che succede ora al Parlamento europeo?

Leggi anche

Ormai manca un anno all’uscita della Gran Bretagna dall’Unione e le Istituzioni europee (Parlamento in primis) devono iniziare a fare i conti con le modifiche strutturali che saranno necessarie dopo la Brexit. Dei 73 scranni del Regno Unito 27 verranno ridistribuiti, mentre 46 resteranno a disposizione per “allargamenti futuri” dell’Ue. I 27 seggi, infatti, verranno suddivisi in maniera organica tra le rappresentanze nazionali che, al momento, sono sottodimensionate rispetto alla popolazione residente nello Stato membro.

Brexit: che succede al Parlamento europeo?

L’Europarlamento ha proposto di utilizzare i 73 seggi del Regno Unito riducendo il numero di deputati da 751 a 705,  ridistribuendo poi 27 seggi ai paesi sottorappresentati. All’Italia, secondo la proposta, sarebbero assegnati tre seggi e passerebbe così da 73 a 76 Mep. La parte restante dei seggi, invece, potrebbe rimanere come “riserva” da destinare ai nuovi ingressi considerate le procedure di integrazione europea nei paesi dei Balcani.

Chi sale e chi scende?

La rappresentanza della Germania non subirebbe nessuna modifica, con 96 deputati. Italia e Olanda avranno 3 rappresentanti in più, mentre la Francia passerà da 74 a 79. Crescerà anche la Spagna con 5 eurodeputati in più, che raggiungerà così 59 Mep. Seguiranno Polonia (52), Romania (33) e Olanda (29). Ferme a 21 onorevoli Grecia, Belgio, Portogallo, Repubblica Ceca, Svezia e Ungheria. L’Austria passa da 18 a 19 deputati, seguita dai 17 della Bulgaria. Si aggiudicano un nuovo membro Danimarca, Slovacchia e Finlandia che passano da 13 a 14.

L’Irlanda avrà due rappresentanti in più, arrivando a quota 13, seguita dalla Croazia (12), Lituania (11), Slovenia e Lettonia (8), l’Estonia che passa da 6 a 7 eurodeputati. Ultimi Cipro, Lussemburgo e Malta con 6 Mep.

di Omar Porro

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dall'archivio

I Cani di Ares – Corsari di Grecia / capitolo 18

  4 aprile, Salonnico Comando Regionale dei Servizi Segreti La donna bionda appoggiò lo stivale sulla piccola poltrona rossa della sala runioni, prese la bandiera greca...

Fallito il vertice di Teheran, iniziata l’offensiva su Idlib

La situazione siriana è un inferno. Capire cosa sta succedendo è doveroso in quanto esseri umani e indispensabile per la comprensione di quei fenomeni...

Com’è andato il vertice OPEC di Vienna?

Il vertice OPEC ha sancito la convergenza di interessi tra Arabia Saudita e Russia: quale sarà l’impatto per i due Paesi OPEC dell’America Latina,...

La Grande Divergenza

Cosa ha determinato il diverso grado di sviluppo dell'Est e dell'Ovest euroasiatico? Perché l'industrializzazione è partita in Europa e non in Cina?

Serbia, da Milosevic a Vucic

Cosa ci dicono le elezioni presidenziali tenute in Serbia a inizio aprile, vinte tra qualche protesta dall'ax Primo ministro Aleksandar Vučić.

Nuovo governo, vecchio problema: la Catalogna.

Dopo aver ottenuto la sfiducia nei confronti di Mariano Rajoy, il nuovo Primo Ministro Pedro Sanchez deve trovare la giusta formula politica per calmare...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie e tecnologie similari per assicurare ai visitatori un’esperienza ottimale, fornendo informazioni personalizzate, memorizzando le preferenze di marketing e prodotti e facilitando la ricerca delle informazioni appropriate. Di seguito sono disponibili maggiori informazioni sull’utilizzo di cookie e di tecnologie similari, su come vengono utilizzati e su come gestirli. Questo sito fa riferimento alla normativa sull’uso dei cookies identificabile presso il garante della privacy è possibile approfondire l’uso dei cookies al seguente link seguendo quindi le indicazioni del Garante della Privacy secondo il Registro dei provvedimenti n. 229 dell’8 maggio 2014. I cookies presenti sul nostro sito potranno essere di tre tipologie: Cookies tecnici, indispensabili al fine della navigazione sul nostro sito e quindi obbligatori nel caso si volesse procedere alla fruibilità delle pagine stesse del sito di Terze parti cioè quei cookies che non gestiamo noi, ma che servono per avvalerci di servizi esterni al nostro sito, che attualmente sono Cookies di Profilazione che sono definiti anche di analytics utili al fine statistico e analisi dei sistemi di navigazione degli utenti all’apertura della pagina web si chiede autorizzazione all’uso e all’installazione dei cookies, se accetti potrai navigare nel nostro sito. La chiusura del banner d’autorizzazione dei cookies mostrerà un tuo assenso all’installazione del cookies stesso. Se volessi eliminare i nostri cookies dal tuo computer, tablet o telefono dovrai procedere con l’eliminazione manuale nel browser di navigazione, seguendo le istruzioni relative a: Gestione Cookies Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it Gestione dei Cookies Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11 Gestione dei Cookies Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie Gestione dei Cookies Safari: http://supporto.teletu.it/assistenza-tecnica/configurazioni/browser-internet/safari/gestione-cookie/

Chiudi