A cura di Marco Bassini
Tra le grandi sfide della globalizzazione: pubblico contro privato

Il ruolo di attori privati nello svolgimento di funzioni pubbliche ha acquisito sempre più importanza negli ultimi anni, certe volte raggiungendo dei caratteri di preminenza. Diversi esempi sono riscontrabili in settori anche molto lontani tra loro: basti pensare al ruolo delle agenzie di rating nell’influenza dei mercati finanziari, o il settore farmaceutico che incide sullo sviluppo di farmaci e prodotti affini spesso rilevanti per il fabbisogno della popolazione. Molte sono le questioni e le critiche che emergono da questo modello che non è stato scelto, ma nemmeno imposto.

Si tratta di un fenomeno che è emerso con lo sviluppo delle nuove tecnologie e, conseguentemente alla perdita della capitata degli Stati sovrani di gestione e amministrazione di questioni sempre più complesse le cui risposte necessitano di risorse sempre più ingenti, spesso non disponibili. Alla luce di questo sviluppo nessuno può dire cosa ci riserva il futuro, quello che però si può osservare è sicuramente un cambiamento radicale di un modello cui ci si era abituati ossia dove molte funzioni pubblicistiche erano in mano ai governi, o meglio dove ci si sentiva al sicuro sotto l’ala del potere pubblico.

[ecko_alert color=”orange”]Internet e Neomedievalismo[/ecko_alert]

[ecko_youtube]Ck0MYfQmIQo[/ecko_youtube]

[ecko_alert color=”orange”]Perché il privato sostituisce il pubblico [/ecko_alert]

[ecko_youtube]z0DOHl-ITgY[/ecko_youtube]

[ecko_alert color=”orange”]Quando il privato condiziona il sistema [/ecko_alert]

[ecko_youtube]i4FnIKOMAOw[/ecko_youtube]

[ecko_alert color=”orange”]Limitare il potere dei privati per garantire il bene pubblico [/ecko_alert]

[ecko_youtube]Le9j7kKC0rk[/ecko_youtube]

Giovanni De Gregorio
Leave a reply

Lascia un commento