Turchia, Russia, Iran e il “cessate il fuoco duraturo” in Siria

Leggi anche

I leader di Turchia, Russia e Iran si sono riuniti ad Ankara, capitale turca, lo scorso 4 aprile. In una dichiarazione congiunta rilasciata al termine del vertice, il presidente turco Erdogan e i suoi omologhi russo e iraniano hanno rimarcato la loro ferma intenzione di raggiungere un “cessate il fuoco duraturo” in Siria, Paese dilaniato da sette anni di guerra e dove questi tre Stati continuano ad esercitare un ruolo di primo piano.

Questo è il secondo incontro al vertice in meno di sei mesi fra questi tre attori internazionali, il primo si era tenuto a Sochi, in Russia, ed un terzo summit avrà luogo a Teheran, in data ancora da definirsi. La conferenza assume una rilevanza ancora maggiora alla luce degli ultimi sviluppi nello scacchiere siriano con l’avanzata turca nell’enclave curda di Afrin, delle truppe governative nella Ghouta orientale e le rivelazioni riguardo l’intenzione del presidente USA Donald Trump di richiamare in patria le truppe statunitensi presenti in Siria.

L’eventuale ritiro delle truppe statunitensi lascerebbe un importante vuoto di potere in alcune parti della Siria, accelerando la già latente lotta per l’influenza e il territorio del Paese. Tale decisione rafforzerebbe Russia e Iran, avversari in tale contesto e non solo degli USA e sostenitori del presidente siriano Bashar al-Assad, capace di rimanere al potere, nonostante la lunga ed estenuante guerra civile.

L’avanzata turca contro i territori controllati dall’YPG nel nord-est della Siria è stato uno dei temi all’ordine del giorno del vertice. Il presidente turco Erdogan, infatti, nonostante gli auspici per un cessate il fuoco duraturo, ha dichiarato che la Turchia potrebbe estendere le proprie operazioni militari ad altre aree contigue ai propri confini meridionali controllate dall’YPG, considerata un’organizzazione terroristica da Ankara.

Secondo Jana Jabbour, professoressa di scienze politiche a Parigi, Mosca e Teheran potrebbero dare il via libera ad Ankara, se quest’ultima riportasse i ribelli siriani da lei appoggiati al tavolo dei negoziati. La Turchia non sostiene, infatti, al contrario di Russia e Iran, il presidente siriano Bashar al-Assad.

Nonostante le dichiarazioni di facciata, comunque, il vertice fra questi tre attori internazionali non ha registrato nessun passo avanti verso la soluzione politica del conflitto, che si protrae da sette anni e che ha già causato la morte di oltre 340mila persone.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dall'archivio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie e tecnologie similari per assicurare ai visitatori un’esperienza ottimale, fornendo informazioni personalizzate, memorizzando le preferenze di marketing e prodotti e facilitando la ricerca delle informazioni appropriate. Di seguito sono disponibili maggiori informazioni sull’utilizzo di cookie e di tecnologie similari, su come vengono utilizzati e su come gestirli. Questo sito fa riferimento alla normativa sull’uso dei cookies identificabile presso il garante della privacy è possibile approfondire l’uso dei cookies al seguente link seguendo quindi le indicazioni del Garante della Privacy secondo il Registro dei provvedimenti n. 229 dell’8 maggio 2014. I cookies presenti sul nostro sito potranno essere di tre tipologie: Cookies tecnici, indispensabili al fine della navigazione sul nostro sito e quindi obbligatori nel caso si volesse procedere alla fruibilità delle pagine stesse del sito di Terze parti cioè quei cookies che non gestiamo noi, ma che servono per avvalerci di servizi esterni al nostro sito, che attualmente sono Cookies di Profilazione che sono definiti anche di analytics utili al fine statistico e analisi dei sistemi di navigazione degli utenti all’apertura della pagina web si chiede autorizzazione all’uso e all’installazione dei cookies, se accetti potrai navigare nel nostro sito. La chiusura del banner d’autorizzazione dei cookies mostrerà un tuo assenso all’installazione del cookies stesso. Se volessi eliminare i nostri cookies dal tuo computer, tablet o telefono dovrai procedere con l’eliminazione manuale nel browser di navigazione, seguendo le istruzioni relative a: Gestione Cookies Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it Gestione dei Cookies Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11 Gestione dei Cookies Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie Gestione dei Cookies Safari: http://supporto.teletu.it/assistenza-tecnica/configurazioni/browser-internet/safari/gestione-cookie/

Chiudi