Ucraina: i soldati russi che non dovrebbero esserci

Leggi anche

in collaborazione con
aginew

di Dmitry Volchek e Claire Bigg / www.rferl.org

Da quando il conflitto in Ucraina orientale è esploso più di un anno fa, causando la morte di oltre 6.000 persone, la Russia ha sempre negato ogni presenza di truppe sul suolo ucraino, tanto che il Presidente Putin ha più volte liquidato come “senza senso” le accuse di sostenere i ribelli separatisti con truppe russe. Un gruppo di blogger investigativi ucraini, tuttavia, ha le prove della presenza di truppe regolari russe in Ucraina. Pubblicano le loro scoperte su Facebook e sul sito web ucraino www.informnapalm.org, i cui collaboratori si descrivono come “soldati sul fronte dell’informazione.”

Tra loro vi è il blogger Anton Pavlushko, matematico di formazione e esperto informatico, che ogni giorno scandaglia social-network in lingua russa, come Vkontakte o Odnoklassniki, alla ricerca di prove della presenza di soldati russi in Ucraina. Questa presenza è così tangibile che il governo russo fa sempre più fatica a nascondere che i suoi soldati stiano morendo in Ucraina, tanto che starebbe utilizzando forni crematori mobili per “smaltire” segretamente i corpi dei soldati caduti in battaglia.

Individuare i soldati russi richiede molto tempo, ma è possibile anche grazie alle foto e ai video che essi postano in Internet e che permettono di far luce sulle loro attività in Ucraina e di identificare le loro unità e e i loro equipaggiamenti militari.

credits: rferl.org

Tra i soldati russi rintracciati da Pavlushko c’è Ilfat Mubarakzyanov, apparentemente membro della 23° Guards Motor Rifle Brigade, ma anche Aleksander Aleksandrov e Yevgeny Yerofeyev, catturati a Shchastya, una città controllata dal governo nei pressi della roccaforte dei ribelli di Luhansk. Secondo Pavlushko la domanda sorge spontanea: in qualità di cosa questi soldati sono in Ucraina?

In un video pubblicato da Anton Gerashchenko, Consigliere del Ministro degli Affari Interni ucraino, Aleksandrov ammette di prestare servizio nella 3° Brigata delle Forze Speciali russe e di essere stato dispiegato in Ucraina a marzo per combattere le truppe ucraine. Fa anche i nomi di altri uomini della sua unità. Il Ministero della Difesa russo si è affrettato a negare, dicendo che Aleksandrov e Yerofeyev hanno servito nelle forze armate, ma non erano arruolati al momento della loro cattura.

Gran parte dei soldati russi che si ritiene stiano combattendo in Ucraina rimarranno probabilmente non identificati. Tuttavia, Pavlushko crede fermamente che i casi che hanno scoperto serviranno a ritenere la Russia responsabile di queste violazioni. “Quando la guerra sarà finita e anche il regime di Putin finirà [..] la Russia dovrà rispondere di tutto questo, di ogni singola foto scattata in Ucraina”, ha dichiarato Pavlushko, “e nessuno potrà dire che la Russia [in Ucraina] non c’era”.

Per approfondire

a cura di Samantha Falciatori
Articolo precedenteGrand Theft Moldavia
Articolo successivoContrabbandieri nucleari e Isis

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dall'archivio

L’asse franco-tedesco, una metastasi europea

L'incapacità da parte dell'Unione Europea di riconoscere centri di potere al di fuori dall'asse franco-tedesco potrebbe essere la causa di una buona parte dei suoi problemi

Venezuela: opposizioni al banco di prova

Il 30 Luglio 2017 sarà eletta l'Assemblea costituente chiamata a riscrivere la carta costituzionale secondo la volontà di Maduro. L'opposizione riuscirà a destituire il Presidente?

5 cose da sapere su Xi Jinping

Arrivato a capo del Partito Comunista della Cina 3 anni fa, Xi Jinping ha in pochissimo tempo impresso alla politica cinese la propria visione...

Dune. Futuro dell’Islam o Islam senza futuro

Anche nel racconto di fantasia più sfrenato e distopico le relazioni tra le entità politiche seguono le stesse modalità che hanno contraddistinto il corso della...

Serbia, da Milosevic a Vucic

Cosa ci dicono le elezioni presidenziali tenute in Serbia a inizio aprile, vinte tra qualche protesta dall'ax Primo ministro Aleksandar Vučić.

Cosa sono i derivati finanziari

Una rapida panoramica su uno strumento sempre più utilizzato da attori privati e statali: i derivati finanziari, i loro rischi e la loro utilità.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie e tecnologie similari per assicurare ai visitatori un’esperienza ottimale, fornendo informazioni personalizzate, memorizzando le preferenze di marketing e prodotti e facilitando la ricerca delle informazioni appropriate. Di seguito sono disponibili maggiori informazioni sull’utilizzo di cookie e di tecnologie similari, su come vengono utilizzati e su come gestirli. Questo sito fa riferimento alla normativa sull’uso dei cookies identificabile presso il garante della privacy è possibile approfondire l’uso dei cookies al seguente link seguendo quindi le indicazioni del Garante della Privacy secondo il Registro dei provvedimenti n. 229 dell’8 maggio 2014. I cookies presenti sul nostro sito potranno essere di tre tipologie: Cookies tecnici, indispensabili al fine della navigazione sul nostro sito e quindi obbligatori nel caso si volesse procedere alla fruibilità delle pagine stesse del sito di Terze parti cioè quei cookies che non gestiamo noi, ma che servono per avvalerci di servizi esterni al nostro sito, che attualmente sono Cookies di Profilazione che sono definiti anche di analytics utili al fine statistico e analisi dei sistemi di navigazione degli utenti all’apertura della pagina web si chiede autorizzazione all’uso e all’installazione dei cookies, se accetti potrai navigare nel nostro sito. La chiusura del banner d’autorizzazione dei cookies mostrerà un tuo assenso all’installazione del cookies stesso. Se volessi eliminare i nostri cookies dal tuo computer, tablet o telefono dovrai procedere con l’eliminazione manuale nel browser di navigazione, seguendo le istruzioni relative a: Gestione Cookies Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it Gestione dei Cookies Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11 Gestione dei Cookies Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie Gestione dei Cookies Safari: http://supporto.teletu.it/assistenza-tecnica/configurazioni/browser-internet/safari/gestione-cookie/

Chiudi