Dopo aver letto questa storiella, per fortuna a lieto fine, ci penserete due volte prima di scattarvi un selfie con una sciarpa nera di fronte a un monumento nazionale americano.

Il New York Post ha raccontato la vicenda di un turista italiano che, in vacanza a New York, si era scattato un selfie di fronte al New York Metropolitan Museum, condividendo poi la foto sui social. Viste le temperature e la neve presente in città in quel periodo, l’uomo ha un cappuccio e una sciarpa a coprire il suo volto. I responsabili della propaganda dell’Isis hanno preso la foto, l’hanno modificata inserendo il logo caratteristico di Isis sullo sfondo nero della sciarpa, e utilizzato quella stessa immagine per minacciare futuri attacchi a Manhattan.

Dopo un lungo lavoro, fatto di incroci tra telecamere esterne al museo della foto e un pagamento della carta di credito del turista che ne riportava nome e cognome, uomini dell’FBI sono volati in Sardegna per bussare alla porta dell’uomo che ha chiarito tutto e non è sotto alcuna accusa formale.

Davide Vavassori
Leave a reply

Lascia un commento